PDA

Visualizza Versione Completa : Solo una funzione estetica?



Ege67
08-01-2010, 12:25
Immagino sia una domanda da pivello, ma non ho trovato nulla a riguardo.

ste77
08-01-2010, 12:56
Immagino sia una domanda da pivello, ma non ho trovato nulla a riguardo.

al 90% si, se poi si scende nel tecnico alcuni modelli pesano poco ed avere masse in movimento + leggere a parità di diametro c'è un sicuro guadagno in termini prestazionali e forse anche di guidabilità.

mentre aumentando il diametro ottieni maggiore stabilità e sterzo + diretto.


Cmq che modo che hai di porre domande eh :rolleyess:

andrea-a3
08-01-2010, 13:19
è gia!!!!!!!!!!!!! io nn ho capito cosa staa chiedendo!!!!!!!

InterNik
08-01-2010, 19:49
al 90% si, se poi si scende nel tecnico alcuni modelli pesano poco ed avere masse in movimento + leggere a parità di diametro c'è un sicuro guadagno in termini prestazionali e forse anche di guidabilità.

mentre aumentando il diametro ottieni maggiore stabilità e sterzo + diretto.
mmmh... no

Per ordine
1) se il canale rimane invariato e la larghezza della gomma pure non hai alcun aumento di stabilità o differenze sostanziali sullo sterzo (esempio 225-17-45 7.5J e 225-18-40 7.5J)

2) il peso può aumentare o diminuire (dipende, in generale aumenta, il che è male)

3) elemento fondamentale è il momento di inerzia assiale, che non è detto sia peggiore di un cerchio (ad esempio) da 18 rispetto ad uno da 17 (dipende essenzialmente dal disegno stesso del cerchio)

4) sempre a parità di tutto il resto se diminuisci il FIANCO (situazione normale "standard") avrai maggiori sollecitazioni sulla cassa ("più duro"), mentre potresti avere un (piccolo) incremento nella c.d. prontezza (inteso come rigidezza di deriva del pneu)

5) -in sintesi- l'effetto è essenzialmente estetico

6) diverso il discorso se intendi "cerchi-qualsiasi-con-ET-fuori-norma-e-canale-maggiore"

Ege67
08-01-2010, 21:35
Chiedo scusa a ste77 e ad andrea-a3 per la sinteticità della domanda.
Ero con il cellulare in un momento di cazzeggio lavorativo, ed essere molto articolato con il telefonino può diventare un'impresa. :tongue:

Vi ringrazio comunque per la risposta.

Riformulo la domanda meglio.
Cerchi in lega: solo una funzione estetica, o hanno anche un ruolo funzionale? Danno all'auto dei vantaggi tipo più rigidità, più leggerezza, migliore "lavoro" con le gomme o ammortizzatori, migliore areazione ai freni, miglior assorbimento delle asperità della strada o altro?

Mi pare però che Internik, che ringrazio, mi abbia già tolto qualsiasi illusione in tal senso. Anzi, mi par di capire che sia peggiorativo in certi casi (vedi fragilità).
A tal proposito rilancio e chiedo:
1) cos'è l'inerzia assiale? (so cos'è l'inerzia. So cos'è un asse. Ma non riesco a fare la "somma" :cry: )
2)cos'è un ET fuori norma? O meglio, cos'è un ET (fatto salvo il film di Spielberg?:tongue: )
3)Cos'è il canale?

Grazie ancora per il tempo dedicatomi.:icon_pray:

leellah
09-01-2010, 01:25
mmmh... no
3) elemento fondamentale è il momento di inerzia assiale, che non è detto sia peggiore di un cerchio (ad esempio) da 18 rispetto ad uno da 17 (dipende essenzialmente dal disegno stesso del cerchio)


L'inerzia assiale aumenta (quasi) necessariamente, in quanto il canale si sposta verso l'esteno. La massa del canale aumenta linearmente con il diametro di calettamento. Ne segue che l'inerzia, a parità di sezione del canale va con il cubo del raggio (e del diametro di calettamento quindi).
Passando da 17 a 18:

R=18/17=1,059
I18/I17=R^3=1,197.

Un aumento del 6% sul calettamento aumenta l'inerzia del 20%, parlando di canale. Il contributo del mozzo è irrisorio, dati i raggi inferiori e il limitato sviluppo assiale. Fosse anche molto "magro" la vedo davvero dura recuperare quel 20%.

Il discorso è fatto a parità di materiale e (meno vincolante) di processo produttivo.

Resta da capire ad ogni modo che peso relativo abbiano i cerchi sull'inerzia "ridotta" di tutta la catena cinematica (frizione, cambio, differenziale, semiassi, dischi freno ecc. ecc.).

InterNik
09-01-2010, 13:48
L'inerzia assiale aumenta (quasi) necessariamente, in quanto il canale si sposta verso l'esteno. La massa del canale aumenta linearmente con il diametro di calettamento. Ne segue che l'inerzia, a parità di sezione del canale va con il cubo del raggio (e del diametro di calettamento quindi).
Passando da 17 a 18:

R=18/17=1,059
I18/I17=R^3=1,197.

Un aumento del 6% sul calettamento aumenta l'inerzia del 20%, parlando di canale. Il contributo del mozzo è irrisorio, dati i raggi inferiori e il limitato sviluppo assiale. Fosse anche molto "magro" la vedo davvero dura recuperare quel 20%.

Il discorso è fatto a parità di materiale e (meno vincolante) di processo produttivo.

Resta da capire ad ogni modo che peso relativo abbiano i cerchi sull'inerzia "ridotta" di tutta la catena cinematica (frizione, cambio, differenziale, semiassi, dischi freno ecc. ecc.).

ahem... no, o meglio non necessariamente.
La disposizione (e numero, e massa) delle razze determinano il momento d'inerzia, soprattutto in prossimità del canale (dove la distanza dall'asse, essendo al ^2, incide ovviamente)

Anche il fianco del pneu si riduce (a parità di diametro complessivo); pur avendo una densità minore del metallo la distanza cresce ancora (dall'asse)

Non è quindi per nulla scontato che l'insieme cerchio-gomma "pieno" (nel senso con razze "grosse") da 17 abbia un momento d'inerzia minore di uno da 18 con le "razze piccole".

La stima si può fare col teorema di steiner: non puoi approssimare ad un disco "brutalmente" (vieppiù considerato che, in realtà, non v'è simmetria completa)

Il modo migliore è... provare dal vero... cosa che spero di fare prima o poi quando cambierò i miei cerchi :biggrin:

leellah
09-01-2010, 15:48
ahem... no, o meglio non necessariamente.
La disposizione (e numero, e massa) delle razze determinano il momento d'inerzia, soprattutto in prossimità del canale (dove la distanza dall'asse, essendo al ^2, incide ovviamente)

Anche il fianco del pneu si riduce (a parità di diametro complessivo); pur avendo una densità minore del metallo la distanza cresce ancora (dall'asse)

Non è quindi per nulla scontato che l'insieme cerchio-gomma "pieno" (nel senso con razze "grosse") da 17 abbia un momento d'inerzia minore di uno da 18 con le "razze piccole".

La stima si può fare col teorema di steiner: non puoi approssimare ad un disco "brutalmente" (vieppiù considerato che, in realtà, non v'è simmetria completa)

Il modo migliore è... provare dal vero... cosa che spero di fare prima o poi quando cambierò i miei cerchi :biggrin:

Non si tratta di stime... (e poi ho approssimato con un anello).
Ho modellato una dozzina di cerchi in lega con Pro/E, ci ho provato sopra qualche analisi fem a fatica... L'alluminio è un osso duro, dato che non ha limiti di fatica...
Il mio riscontro "sperimentale" è stato sempre lo stesso. Le razze le puoi far dimagrire quanto vuoi, l'inerzia non riesci mai a pareggiarla.

Quanto al pneumatico a parità di rotolamento e di battistrada mi aspetto sì una lieve diminuzione, ma del tutto irrisoria, sia per la densità più bassa, sia per la ridottissima "profondità" assiale (2 spessori) del materiale "rimosso".

Sperimentalmente com'è possibile determinare l'inerzia del cerchione? Io ho sempre pensato che si potesse valuare mettendo in rotazione il cerchione a una velocità definita per poi misurare il tempo necessario all'arresto a coppia frenante costante...

InterNik
09-01-2010, 17:22
Sperimentalmente com'è possibile determinare l'inerzia del cerchione? Io ho sempre pensato che si potesse valuare mettendo in rotazione il cerchione a una velocità definita per poi misurare il tempo necessario all'arresto a coppia frenante costante...
esattamente.
magari con un centratore da gommista appositamente... diciamo così evoluto :biggrin: